domenica 20 settembre 2009

Sant'Andrea e Castiglioncello

In realtà oggi pomeriggio l'escursione sarebbe dovuta essere un percorso ad anello ma il maltempo ci ha fatto deviare...

Siamo partiti dalla chiesa di Sant'Andrea di Castel del Rio e ci siamo incamminati per il sentiero 717...
Lungo il percorso abbiamo potuto scorgere due di questi "nidi"..






Il sentiero, a tratti nel bosco e a tratti su roccette scoperte, ci ha portato ad un punto sovrastante il villaggio abbandonato, che sceso con attenzione, ci ha permesso di arrivare alle porte del borgo.
Questo ormai è un villaggio fantasma...

6 commenti:

Mina ha detto...

Molto bello anche questo posto, e chissà come era il borgo prima di scomparire tra i rovi!?

sabrine d'aubergine ha detto...

Che peccato che un posto così bello e incontaminato sia completamente disabitato... Ma, a ben pensarci, forse è meglio così: pensa cosa accadrebbe se ci arrivassero degli speculatori... la bellezza sarebbe perduta, per sempre. Ciao e grazie per le belle foto.

Sara ha detto...

E' stato abbandonato dai suoi abitanti negli anni cinquanta-sessanta... e il tempo ha esercitato la sua lenta ma continua azione distruttrice. Quando si cammina tra le rovine si è pervasi da due sentimenti: da una parte sensazioni di abbandono e malinconia suscutati dal degrado, dall'altra lo stupore di vedere come la natura si fa avanti e si riappropria di un territorio un tempo abitato da uomini.
E' bello camminando tra i resti delle case immaginare come poteva essere la vita e le persone che vi risiedevano...

Sara ha detto...

Grazie per le vostre opinioni e le visite al blog! A presto Sara

v@le ha detto...

bello il nido.. sembra enorme..
baci
vale

Sara ha detto...

Sì il nido è veramente grande... ed era totalmente appeso ad un ramo!